TECNICHE DI RIEQUILIBRIO ENERGETICO


Vai ai contenuti

Origini

Astrologia

Tavoletta Mul-apin

Tavoletta Mul-Apin

Tutto ciò che succede nel Cosmo ha la sua origine energetica da una Intelligenza Superiore che ha creato il Tutto e continua a farlo incessantemente. L'essere umano in quanto figlio della Natura rappresenta un miracolo che si è concretizzato dopo una lunga serie di trasformazioni avvenute nei secoli nel nostro Universo...

Tutte le parti di noi umani quali la coscienza, le emozioni, la forza fisica, l'intelligenza, la creatività, l'intuizione, derivano dalle energie planetarie esistenti nella nostra Galassia.

I pianeti sono entità sferiche intelligenti che hanno lo scopo di accogliere esseri di diverse specie per permettergli una determinata evoluzione. Il nostro sistema solare è formato da diversi pianeti conosciuti già dai popoli che hanno vissuto sul pianeta Terra in epoche remote.

Basti pensare che già dai tempi della Lemuria alcuni attenti osservatori scrutavano il cielo e riuscivano ad intuire la correlazione esistente tra le forze planetarie e il comportamento umano. Ai tempi di Atlantide, che è stata l'altra civiltà quasi contemporanea e susseguente a quella della Lemuria, l'astrologia era una delle discipline consolidate e veniva praticata oltre allo Yoga, allo Qi Gong, all'agopuntura, al Tai Chi, alla psicologia, etc...

Wontan era il nome del Maestro astrologo più conosciuto ai tempi di Atlantide e la saggezza della scienza astrologica praticata all'epoca è andata persa, non abbiamo più traccia di essa se non delle reminiscenze con l'astrologia esoterica di Alice Bailey.

Sappiamo da fonti esoteriche che all'epoca di Atlantide prima dei vari cataclismi che distrussero il continente, alcuni abitanti furono messi in salvo in diverse aree della Terra fra cui, l'America Latina, l'Asia, l'Egitto, e in una epoca futura nella Mesopotamia diedero inizio alla civiltà dei Sumeri e degli Assiro-Babilonesi.

La cultura dei Sumeri risale a circa il 3.800 a.C. conosceva perfettamente il nostro sistema solare. Sapevano dei pianeti lontani e di tutte le loro particolarità all'epoca non esisteva ancora il telescopio!

Un sumerologo russo contemporaneo, Zecharia Sitchin, tradusse varie scritture cuneiformi dei Sumeri dove sono riportate e descritte con precisione la storia di tutti i pianeti del nostro sistema solare! Affermazioni confermate poi dalle scoperte della NASA.

I Babilonesi approfondirono ulteriormente l'arte astronomica e astrologica e trascrissero in due tavolette d'argilla le loro conoscenze.

Queste tavolette furono chiamate Mul-apin e furono scoperte a Ninive nella biblioteca del re babilonese Assurbanipal nel 700 a.C. circa.

L'astrologia assiro-babilonese penetrò in Egitto e con Claudio Tolomeo (II° secolo d.C.), astronomo, astrologo, matematico e geografo greco, si arricchì di ulteriori intuizioni personali.

L'astrologia si diffuse nelle epoche successive, in quella romana, araba, greca, nel medioevo, fino ai nostri tempi, alternando periodi di decadenza e di rinnovamento a seconda delle energie planetarie e cosmiche prevalenti in ogni epoca e del livello di coscienza presente.

Relazioni tra l'essere umano e il Cosmo.

L'individuo umano ha in sè tutti gli strumenti per poter conoscere se stesso e realizzare lo scopo per cui si è incarnato sul pianeta. Questi strumenti di cui la nostra anima dispone sono i pianeti e da sempre l'uomo ha posto gli occhi al cielo osservandolo e studiandolo, guidato da forze interiori, per ricevere risposte e cercare di comprendere se stesso e il mistero della Creazione.

Si è osservato che il movimento dei pianeti descrive una eclittica, ed essi seguono questa traiettoria impiegando un numero di anni differenti per ogni pianeta a seconda della loro distanza dal Sole.

Migliaia di anni fa gli astrologi diedero il nome alle costellazioni dove i pianeti transitavano nel loro tragitto lungo l'eclittica. Diedero alle costellazioni il nome di animali mitici, di persone o di oggetti che simboleggiavano le qualità zodiacali. Infatti la parola zodiaco, in greco, significa "circolo degli animali".

Col passare del tempo e l'esperienza si osservarono i diversi modi del comportamento umano, periodi di conoscenze interiori, più spirituali, e periodi di decadenza dove lo spirito quasi non aveva voce in capitolo.

Inoltre si osservarono i vari fenomeni della natura, l'alternarsi della luce e della oscurità, del caldo e del freddo, inondazioni e periodi di siccità, terremoti ed altro. Ad una attenta osservazione si comprese che tutti questi mutamenti erano dovuti in parte alle influenze planetarie e cosmiche esistenti al momento, in parte ad altri fattori.

Nel percorso della conoscenza lo studio degli astri e delle loro influenze ci ha sempre affascinati, ha destato uno stupore enorme in milioni di coscienze.

Fattore importante:

L'astrologia non dà certezze, non determina il destino di una persona, ma rivela semplicemente delle tendenze e predisposizioni; se sviluppiamo la sensitività e l'intuizione spirituale possiamo lavorare "all'unisono" con le forze planetarie esistenti al momento.

In altre parole la posizione dei pianeti nei diversi segni zodiacali crea solo le condizioni per le varie attività degli umani che vivono sul pianeta Terra.

L'essere umano con il suo libero arbitrio, in quanto Anima libera e figlio delle stelle, determina il suo percorso, crea il proprio destino e il suo futuro. Tutto è nella nostra mente. Pensieri puri e compassionevoli hanno sempre costruito la vita, come pure pensieri negativi l'hanno solo distrutta con ogni sorta di conseguenze quali le malattie, le guerre, i cataclismi etc... quindi resta a noi scegliere la strada da percorrere, tutto dipende dalle nostre intenzioni.

I pianeti sono solo i nostri compagni di "viaggio e di lavoro", le loro energie possono essere sviluppate al massimo della loro potenza. Questo fa capire che gli umani sono anche dei co-creatori di se stessi e del Cosmo in quanto con la potenza del pensiero e delle intenzioni si influenza e si modifica chi sta vicino (persone, animali, oggetti, il pianeta Terra stesso) e chi è lontano, anche a distanze infinite...

Il grande sensitivo americano Edgar Cayce affermava:"L'uomo è stato fatto co-creatore con la Divinità. Non è che un uomo sia buono o cattivo secondo la posizione delle stelle; ma la posizione delle stelle indica ciò che l'entità individuale ha fatto del piano di Dio nelle attività della Terra, durante i periodi in cui è stata data all'uomo l'opportunità di entrare nelle manifestazioni materiali ".

L'individuo consapevole e autocosciente non può essere sconvolto da nessun tipo di influsso planetario perché tale individuo ha sviluppato le forze spirituali interiori ed è autoilluminante, è libero da tutti gli influssi esterni, sia che provengano dai pianeti e dal Cosmo, sia che provengano dagli esseri umani che vivono sulla Terra.


Torna ai contenuti | Torna al menu